venerdì, giugno 29, 2007

chissà

Insomma non si può scrivere un post al mese. In mezzo c’è stato John Foxx e come sentirsi giovani a un concerto, gli Arctic Monkeys e come sentirsi vecchi a un concerto, Madrid, Estudio Fam e gli amici spagnoli, miss Duran Recuna che ha le tette ancora più grandi ed è sempre più buona, i Blonde Redhead, il compleanno Fantacuzzi, l’asta da Christie’s, il progetto con Aldo Nove, la strage del Magnolia e la vita continua per fortuna ed è proprio bella ma i macigni non vanno via se te li porta uno a cui si vuole bene, la galleria di Cannes e un pontile a Canneto, è morto Luciano Fabro e i giornali continuano a fare i paginoni su Corona, un bosco in caserma, la mia amica Doktor tra un po’ ammazza qualcuno, la mia piccola sorella ha compiuto 18 anni, Mastropitbull se ne va a NY, Paurosella mi fa sempre venire da piangere di cuore grosso, lo studio Plum è stato chiamato su La Repubblica una volta Pulp e una volta Pulm, chissà se compreremo i diritti di una conversazione tra Warhol e Capote, le e-mail di leccaculismo col nome sbagliato, la casa che non si trova e tra un mese suonerò a qualcuno di voi con un valigino pieno di cazzate. E le vacanze mi sa che saltano. Stasera vado a sentire i DEVO ma giuro che domani ricomincio a disegnare. Quando sto in clausura non succede niente. Oh che casino. La vita o si vive o si scrive. Chi l’ha detto per primo?

Etichette:

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page